Via Cesare Battisti, 66034 Lanciano (CH)
@
Obbligo contributivo INPS e I.V.S. Artigiani e Commercianti: la Cassazione esclude i redditi da capitale.
Patronato
Lanciano, 18 Settembre 2019

Obbligo contributivo INPS e I.V.S. Artigiani e Commercianti: la Cassazione esclude i redditi da capitale.

Nel trasmettere di seguito gli aggiornamenti in materia di contributi Inps di artigiani e commercianti, è bene precisare che I.V.S. è l’acronimo di Invalidità, Vecchiaia e Superstiti. Tale contributo ha lo scopo di assicurare sia il lavoratore contro un’interruzione della propria attività causata da inabilità o anzianità, sia i superstiti in caso di decesso del titolare.

Con la sentenza 21540/2019 del 20 agosto 2019, la Sezione Lavoro della Corte di Cassazione è intervenuta in via definitiva chiarendo che i contributi previdenziali di artigiani e commercianti vanno versati sul totale dei redditi d'impresa, escludendo quelli da capitale (come ad esempio quelli derivanti da partecipazioni in S.r.l. senza apporto di lavoro).
Pertanto, il reddito d’impresa del socio di società di persone è sottoposto all'obbligo contributivo INPS, mentre il reddito del socio di S.r.l. ne resta escluso in quanto avente natura di reddito di capitale.
Il caso scaturisce da un avviso di addebito per oltre 20 mila euro recapitato da parte dell'INPS ad un artigiano, iscritto alla gestione dei lavoratori autonomi. L'importo veniva conteggiato dall'INPS anche sui redditi di capitale maturati come socio di una S.r.l. senza apporto di lavoro.
L'interpretazione dell'Istituto è stata giudicata dalla Cassazione erroneamente estensiva dell'articolo 3 bis del D.L. 384/1992 per il quale i contributi previdenziali sono calcolati sulla <<totalità dei redditi d’impresa denunciati ai fini Irpef>>.
La Cassazione precisa nella sentenza che la norma, pur allargando il raggio d'azione dell'imposizione contributiva, parla di "reddito di impresa" in senso stretto (come da definizione del TUIR), mentre l'interpretazione dell'Inps (chiarita nelle Circolari 102/2003 e 84/2011) riteneva di includere anche i redditi di capitale derivanti da una partecipazione azionaria in una società, senza alcun apporto di lavoro.

Stante quanto sopra,  ne diviene che il socio di S.r.l. che apporta il solo capitale è esente da contribuzione INPS – gestione Artigiani/Commercianti.

Servizi
  • gino sdns
  • gino sdns
Sportelli
Organi paritetici
Link Utili
Comunicati
Partner
Convenzioni
Iscriviti alla Newsletter
© Copyright 2019 Business Booster s.r.l.